Miller sulla Computer grafica di Spirit

Frank Miller ha rilasciato interessanti dichiarazioni sull’uso della CGI (acronimo indicante la Computer Generated Images – la Computer grafica) in The Spirit.

Miller spiega di essere stato “convinto” da Stuart “Stu” Maschwitz, mago della CGI, ex dipendente della Industrial Light and Magic di George Lucas e co-fondatore della The Orphanage (compagnia di effetti speciali con sede in California), a non esagerare con l’uso di questa tecnica nel film, che tende quasi sempre a penalizzare le intepretazioni degli attori.

Ecco i punti salienti dell’intervento di Miller:

Gli attori, con le loro peculiarità, i loro errori, il loro sudore, raccontano la storia. E la storia è tutto, e solo le persone possono raccontarla. Le persone, attori in carne ed ossa. Quelle in CGI, invece, non sono persone. Stu Maschwitz mi ha aiutato a capirlo. Lui aveva a disposizione l’intero arsenale della CGI ma ha insistito perchè Spirit fosse fedele alla sua anima. Persino quando io volevo fare un’impossibile ripresa della città, lui mi ostacolava, dicendo che poteva “sembrare digitale”. E non mi avrebbe lasciato trasformare un dannato personaggio in finto o digitale, per nessuna ragione. Di qui la mia scena preferita: Spirit salta una cisterna e inciampa. Puro Eisner. Stu vuole solo che Spirit sia quello che in realtà è: una lettera d’amore a New York City, con i migliori talenti che potessimo trovare aiutati da un’abbondante CGI che potrete trovare elegante… o invisibile.

Fonte: ComicBookMovie.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: